20 dicembre 2007

Cencio parla mal di Straccio


Sono una delle prime a criticare le cose che non vanno in questo benedetto-maledetto paese, un popolo di santi e navigatori, come ha detto qualcuno, ma sono stanca anche del disfattismo poco costruttivo che sembra deresponzabilizzarci da qualsiasi cosa accada.

Quando poi chi critica lo stato delle cose in Italia risponde al nome di USA, mi viene proprio da ridere: sono gli stessi USA dove chi non è coperto da assicurazione sanitaria può morire sul marciapiede di fronte al pronto soccorso? Sono gli stessi USA che aumentano i finanziamenti alla Difesa, ma negano l'estensione della copertura sanitaria ai bambini? O forse mi confondo con qualcun'altro?

Ognuno farebbe bene a guardare il trave che è nel proprio occhio, piuttosto che il pelo nell'occhio dell'altro.

Questa, in sintesi, anche la tesi dell'articolo di Vittorio Zucconi, "L'america si specchia nel declino degli altri".

Posta un commento