24 novembre 2009

La lingua Altrove

Esiste una lingua che appartiene solo agli stranieri.
E' dal comune sentire che nasce, dal senso di appartenenza e d'identità dato dal condividere uno stesso "altrove", che non è patria, che non è casa.

Gli accenti diversi che si sentono quando si tenta di esprimersi nella lingua dell'Altrove, gli sbagli tipici che si commettono, le parole storpiate in una maniera del tutto particolare, non sono altro che dialetti, declinazioni.

Come mi disse Dana il primo giorno che ci conoscemmo, mentre cercavo di esprimermi con il mio itagnolo improbabile, giovane di una settimana: "No pasa nada, igual te entiendo: nosotros hablamos el idioma de los erasmus :) ".



Foto di David Navarro
Posta un commento