15 luglio 2011

Tutta colpa di Eva. Ancora.

Che il Fatto Quotidiano continui a pagare e a dare visibilità a un uomo (nel senso di essere umano) che scrive cose come questa*, lo trovo alquanto imbarazzante. E che si nascondano dietro il paravento della "pluralità" e della "libertà di parola", triste.

Allora dai, pubblicate anche il mio ex compagno di scuola che andava al giro con il santino di Hitler nel portafoglio e il Giorno della Memoria veniva a scuola vestito da SS: anche lui sosteneva che le sue andavano rispettate in quanto "legittime opnioni".

Il fatto che quest'uomo scriva sul Fatto Quotidiano, dal mio punto di vista toglie credibilità al giornale stesso. E toglie anche la mia quota associativa, visto che mai mi abbonerò a un quotidiano che permette a misogini o a razzisti di scrivervi.


* Tra l'altro, prego chiunque d'illuminarmi: ma che razza di articolo sarebbe? Cosa vuole significare a livello contenutistico e giornalistico? Spiegatemi, perché, sarà che sono femmina e perciò un po' lenta, ma non vedo il senso delle due puttanate messe in fila da questo finto intellettuale radical-chic.

Posta un commento